Indietro

Spritz, la ricetta originale e le sue varianti

spritz

Spritz, l’aperitivo italiano più amato compie (ufficialmente) 40 anni. Così giovane? Non esattamente ma nel 2019 si contano 40 anni dal suo inserimento nei cocktail ufficiali IBA.

Le origini

In realtà lo Spritz ha origini più lontane e sono da ricercarsi nel suo nome: in tedesco spritzen significa “spruzzare” e fa riferimento all’acqua frizzante aggiunta, o meglio, spruzzata nel vino. Tale era l’usanza dei soldati dell’Impero austriaco ai tempi del Regno Lombardo-Veneto, quando gli austriaci iniziarono a conoscere l’alta gradazione alcolica dei vini veneti.

Per il vero Spritz, quello che conosciamo oggi, occorre aspettare gli anni ’20 del Novecento e la nascita dell’ Aperol, l’aperitivo italiano presentato un secolo fa, nel 1919, dai fratelli Barbieri.

Aperol spritz

La ricetta

Se dunque la prima ricetta era composta da vino e acqua gassata o Seltz la ricetta della Spritz oggi prevede ingredienti diversi ma la stessa procedura con l’immancabile spritzen!  Ecco dunque come si prepara:

Aperol Spritz

Ingredienti

  • Prosecco 6 cl
  • Aperol 3 cl
  • Soda 1 splash
  • Arancia ½ fetta per guarnire

Procedimento

Riempire un calice da vino con il ghiaccio; versare Prosecco, Aperol e terminare con uno splash di soda e la fettina d’arancia.

Le varianti

La seconda versione, ugualmente famosa anche se non ufficiale, è quella con il Campari:

Campari Spritz

Ingredienti

  • Prosecco 6 cl
  • Campari 3 cl
  • Soda 1 splash
  • limone ½ fetta per guarnire

Procedimento

Riempire un calice da vino con il ghiaccio; versare Prosecco, Campari e terminare con uno splash di soda e la ½ fettina di limone.

Lo Spritz Hugo è molto più recente ma è una valida alternativa alla ricetta classica. Incredibilmente fresco e gradevole è a base di sciroppo di fiori di sambuco:

Spritz Hugo

Ingredienti

Procedimento

Riempire un calice da vino con il ghiaccio; versare Prosecco, St. Germain e terminare con lo splash di soda, 1 fogliolina di menta e il peel di limone.

Per una versione più speziata e con una leggera punta di amaro, è da provare il China Spritz, caratterizzato dall’utilizzo della China, una pianta naturalmente ricca di proprietà.

Hugo Spritz

China Spritz

Ingredienti

Procedimento

Riempire un calice da vino con il ghiaccio; versare Prosecco, China e terminare con lo splash di soda e la ½ fettina di limone.

Per gli amanti del vintage occorre ricordare la ricetta originale. Ecco come servirla:

L’originale

Ingredienti

Procedimento

Riempire un tumbler basso con del ghiaccio; versare il vino bianco, aggiungere l’acqua frizzante e completare con il peel di limone.

Non vi resta che provare lo Spritz in tutte le sue versioni!