enoteca

…et però credo che molta felicità sia agli homini che nascono dove si trovano i vini buoni…
(Leonardo da Vinci)

L’enoteca romana di famiglia: qualità e passione.

La famiglia Del Frate è protagonista nel settore enologico dal 1922, anno in cui l’enoteca venne fondata in Via degli Scipioni, nel cuore del Rione Prati. Dall’anno di fondazione, la sede non è mai cambiata e per tre generazioni siamo rimasti un punto di riferimento costante per tutti gli amanti dell’ottimo vino.

L’evoluzione degli anni ’80

Nei primi anni ottanta Fabio Del Frate, allora poco più che ventenne, capì che importanti cambiamenti erano alle porte. Nel giro di pochi anni era definitivamente tramontata l’epoca del Marsala venduto sfuso, del vino comune dei Castelli Romani, dell’olio venduto sciolto. Contemporaneamente la Grande Distribuzione e i grossisti si erano definitivamente impadroniti del settore liquori, o di quel che ne restava. Erano sempre più frequenti le richieste di vini importanti: “le persone entravano e chiedevano specifche etichette, e di determinati produttori – ricorda Fabio – bisognava organizzarsi, cambiare pelle”. Così Fabio iniziò il suo apprendistato enologico. Fortunatamente Roma aveva dei riferimenti sicuri nel commercio dei vini di qualità. Personaggi come Luciano Salvini, Ildenio Arrigoni, Ermanno Giannini, hanno fatto molto per le aziende ma anche per i loro clienti, guidandoli, informandoli, sostenendoli in questa fase di passaggio. I Del Frate vendevano Biondi Santi, Gaja e il francese Patriarche già dagli anni sessanta, ma ora c’era tutta una generazione di produttori che bisognava riuscire ad avere a tutti i costi. Quando Fabio Del Frate pose sullo scaffale le sue prime bottiglie di Jermann provo un’intima e profonda soddisfazione, anche se erano appena 24 bottiglie. Ma quello era solo l’inizio. Nel ’94 Fabio arriva a 1500 etichette italiane, francesi e del resto del mondo. Nel 2000 apre il wine bar partendo da 40 posti a sedere, più il banco. “E’ il futuro, non c’è dubbio, le persone vogliono sedersi ed assaggiare un bicchiere divino pregiato, mangiano piatti semplici ma frutto di ricerca”. La ristorazione cresce di qualità, i consumatori anche, non si può restare indietro.

L’attualità

Attualmente, negli storici scaffali dell’enoteca ci sono circa 3000 etichette, e la passione enologica, la conoscenza dei vitigni, del terroir e dei metodi di elaborazione e conservazione influenzano continuamente le nostre offerte.

Presso l’enoteca potrete trovare le nostre migliori scelte tra vini bianchi e rossi e internazionali, vini pregiati e millesimati, champagne, spumanti, distillati, whisky invecchiati e torbati, grappe tra le migliori marche nazionali ed estere.
Nella seguente sezione del sito è possibile consultare il nostro catalogo con il motore di ricerca per tipologia di vino:

> motore di ricerca

Oltre al reparto vini, non può non esserci la proposta alimentare basata sul tradizionale accostamento del vino a quello dei formaggi e delle mostarde. Tra i principali formaggi a pasta molle o stagionati, disponiamo di blu in vinaccia, camembert, caprini, tome, formaggi di alpeggio, pecorino della valnerina e altri prodotti tipici ed esclusivi di difficile reperibilità.

Codificare gli abbinamenti vini-formaggi è comunque un’impresa ardua e non priva di rischi. Ogni formaggio infatti meriterebbe un discorso minuzioso, potendo esaltarsi con un particolare vino e riuscendo ad esaltarlo. Proponiamo una tabella con alcuni criteri e suggerimenti per un miglior accostamento:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>